Sesto Fiorentino: una città preda del degrado

Ancora una volta il comune di Sesto Fiorentino, feudo dei finti buonisti del PD, è sottoposto a continui soprusi per non dire violenza da parte di selvaggi extracomunitari senza scrupoli. Autorità inesistenti, controllo del territorio sommario, il risultato sono quotidianamente appartamenti, ditte e auto svaligiate. A qualsiasi ora del giorno e della notte. Alcuni esempi:

PIANA NOTIZIE Pubblicato il 10/12/2013 alle ore 11:32 http://www.piananotizie.it/fermato-con-un-complice-lautore-della-rapina-di-viale-ariosto/
QN Firenze, 10 dicembre 2013 http://www.lanazione.it/firenze/cronaca/2013/12/10/994921-rapina-sesto.shtml
PIANA NOTIZIE Pubblicato il 11/12/2013 alle ore 15:52 http://www.piananotizie.it/rapina-alla-sala-giochi-allosmannoro-malore-per-il-commesso-minacciato-con-le-pistole/

PIANA NOTIZIE Pubblicato il 10/12/2013 alle ore 14:30. http://www.piananotizie.it/sono-del-comune-e-le-ruba-i-gioielli-di-casa-e-1350-euro-la-disavventura-di-una-88enne/

Mentre la gente viene inascoltata sull’inceneritore di Case Passerini a Sesto: http://www.piananotizie.it/linceneritore-no-grazie-in-mille-contro-i-progetti-di-case-passerini-e-laeroporto-di-peretola/ Pubblicato il 07/12/2013 alle ore 18:12 da PIANA NOTIZIE

Il tutto mentre ci sono bivacchi sparsi per la città, un degrado degno del miglior Renzi e fumi strani dalla discarica.
La gente è esasperata. Intanto il sindaco si è costruito una parte della reggia, si ormai non è più un palazzo comunale ma una reggia costantemente illuminata a giorno (vedere foto allegate).
I cittadini tramite Facebook protestano anche per opere faraoniche incompiute “Siamo a dicembre inoltrato, vorrei che tutti gli strenui difensori di questa amministrazione che in un post dove criticavo i tempi mai rispettati dei lavori pubblici, mi spiegassero quali eventi catastrofici (tifoni, uragani, residui bellici, amianto, rovine etrusche ecc..) hanno fatto si che come avevo facilmente predetto anche i lavori in piazza IV novembre non sono finiti! Dovevano essere consegnati in 6 mesi alla modica cifra di 1.400.000€……era prevista una penale in caso di ritardo? iI commercianti della piazza saranno felicissimi di passare il Natale con il cantiere aperto….e quando finiranno? c’è una nuova data con la motivazione del ritardo?”

Il tutto mentre centinaia di persone attendono il Natale senza soldi della cassaintegrazione. Si perchè praticamente grazie alle loro politiche di accoglienza, gli italiani sono abbandonati al loro destino e ai loro problemi. L’italia giusta.


Lascia un commento