Scienziati scoprono acqua calda: maschi e femmine hanno cervello diverso

Condividi!

brainmaschiofemmina

Il cervello femminile e quello maschile sono diversi. E’ una cosa risaputa che ogni volta la scienza ‘riscopre’, e nega alla radice la propaganda della ‘intercambiabilità’ dei sessi. Un nuovo studio scientifico ha messo ancora in evidenza questa incontrovertibile realtà: mentre il cervello degli uomini è progettato per i compiti singoli complessi, da qui la maggiore presenza di uomini in alcuni campi della scienza, quello femminile è ‘cablato’ per svolgere al meglio più compiti alla volta, il cosiddetto ‘multitasking’.

Non è strano, mentre l’uomo durante l’evoluzione andava a cacciare – compito che richiede concentrazione su un unico obiettivo – le donne dovevano occuparsi dei figli, di preparare il cibo, arnesi da lavoro e proteggere la casa da intrusi, compito che richiede un’attenzione su molteplici problemi.

Gli scienziati hanno scansionato il cervello di 949 giovani uomini e donne nella più grande indagine di questo tipo fatta fino ad oggi. Utilizzando le tecniche di imaging MRI diffusione, hanno mappato i collegamenti tra le diverse parti del cervello.

Hanno ‘scoperto’ che le donne hanno connessioni più connessioni tra i lati sinistro e destro del cervello, il che significa che sono meglio predisposte ad affrontare compiti “intuitivi” e ‘analitica’ allo stesso tempo.

Gli uomini, invece, mostrano un’attività più intensa all’interno delle singole parti del cervello, particolarmente nel cervelletto che controlla le capacità motorie complesse.
Il cervello maschile ha anche migliori collegamenti tra la parte anteriore e posteriore del cervello, gli scienziati hanno scoperto, dando agli uomini una migliore capacità di percepire informazioni e utilizzare tali informazioni per svolgere compiti complessi.

Lo studio ha anche scoperto il cervello delle donne è meglio progettato per socializzare in situazioni affollate, perché le connessioni nel cervello rendono più facile ricordare nomi, volti e fatti su certe persone. Il che dimostra anche la passione femminile per il ‘gossip’.

‘Se tu hai bisogno di un intervento immediato da eseguire ed è necessario farlo ora, il cervello maschile è più ‘adatto’, perché la connessione anteriore-posteriore è più intensamente collegata.’ dice uno degli scienziati, il Dott. Verma, che ha anche detto che la ricerca ha mostrato come gli uomini siano meglio predisposti a compiti che coinvolgono le abilità motorie complesse: ‘L’intensa attività nel cervelletto significa che gli omini sarebbero più bravi ad imparare ad andare in bicicletta, a nuotare, leggere le mappe,’ ha detto.

Il Dott. Verma ha anche detto: ‘Se invece dovessi fare un compito come ricordare un volto, questo richiederebbe collegare diverse parti del cervello. Dove ho visto quel volto, cosa vedo in questa persona, mi ricordo questa persona da qualche parte? ‘Ciò richiede il collegamento di diverse reti nel cervello – qualcosa che le donne sono meglio in grado di fare.’

Ha detto che, sebbene queste differenti abilità di genere fossero note da qualche tempo – non ai bizzarri ‘teorici’ del transessualismo – lo studio ha dimostrato che queste differenze sono ‘cablate’ nel cervello. Essere maschio e femmina non è, come vorrebbero i Vendola o i Luxuria, una ‘imposizione della società’, è un fatto di natura: è l’ordine naturale delle cose.

Continua lo scienziato:’Naturalmente, individualmente, questo avrà variabilità. Come in tutte le cose. Il passo successivo è quello di quantificare questa variabilità ‘. I risultati, pubblicati negli dslla National Academy of Sciences, ha rivelato che la differenza tra il cervello maschile e femminile inizia a diventare pià pronunciato durante l’adolescenza.

I partecipanti sono stati divisi in tre gruppi di età, di età compresa tra otto a 13, 13 e quattro mesi a 16, e da 17 a 22. Il cervello del gruppo più giovane ha mostrato meno differenza di genere rispetto agli altri. Un po’ come avviene dal punto di vista fisico.

Il rapporto spiega: ‘Le traiettorie di sviluppo di maschi e femmine, già separate in giovane età, dimostrando ampie differenze durante l’adolescenza e l’età adulta.
‘Le osservazioni suggeriscono che il cervello maschile è strutturato per facilitare la connettività tra percezione e azione coordinata, mentre i cervelli femminili sono progettati per facilitare la comunicazione tra le modalità di elaborazione di analisi e intuito.’




Un pensiero su “Scienziati scoprono acqua calda: maschi e femmine hanno cervello diverso”

Lascia un commento