Mancano documenti Regione: 26enne incinta deve farsi togliere tumore all’estero

Condividi!

Perfettamente riuscito in una clinica privata ad Atene, l’intervento su Angela Bianco, una ragazza italiana al quinto mese di gravidanza con un tumore al cervello. La 26enne, ricoverata nei giorni scorsi a Bari, avrebbe preferito lasciare la struttura pugliese perché il macchinario cyberknife presente nella clinica Mater Dei, necessario a rimuovere la massa tumorale, non poteva essere utilizzato a causa della mancanza di autorizzazioni da parte della Regione.

Il cyberknife, attraverso un irradiamento mirato, colpisce le cellule tumorali, e non quelle sane, consentendo così il proseguimento della gravidanza.