Feccia istituzionale: Grasso vola negli Usa, e si inchina

Condividi!

Washington – Anche lui in visita servile dal padrone:”L’interesse italiano è che non ci siano ulteriori ostacoli al negoziato sulla creazione di una zona di libero scambio Usa-Ue”, ha ribadito il presidente del Senato Pietro Grasso in conferenza stampa dopo aver constatato che “l’importante è che continuino i negoziati soprattutto in vista della presidenza italiana di turno dell’Ue”.

In linea con quanto auspicato dall’altro lacchè degli americani, il premier a tempo Enrico Letta durante la sua visita negli Usa, anche Pietro Grasso si augura “che si possano concludere entro il semestre italiano i round negoziali per le creazione della Transatlantic Trade and Investment Partnership”.

“Questo sarebbe veramente un fiore all’occhiello” per il Paese, ha concluso.

Marchettari che fanno a gara per ingraziarsi il più ricco cliente del bordello. Non una parola sullo spionaggio americano ai nostri danni, non una parola sui danni economici dell’accordo di libero scambio prodromico al NWO. Feccia istituzionale.