Rimesse: nel 2012 gli immigrati ci sono costati 7miliardi di euro, mezzo punto di Pil

Condividi!

Rimesse. Nel 2012 l’economia italiano ha perduto a 6,8 miliardi di euro, pari a circa mezzo punto di Pil, a causa delle rimesse. Soldi che gli immigrati esportano all’estero e che escono dal circuito economico italiano.
In breve, la presenza di immigrati nel mercato del lavoro invece degli italiani oggi disoccupati, è causa per la nostra economia di un handicap di mezzo punto di Pil. E’ poi ovvio che i consumi calino: 6,8 miliardi di euro escono dal circuito economico e invece di essere consumati da lavoratori italiani in Italia vengono spostati all’estero da lavoratori stranieri.

Nel corso dell’ultimo anno si è assistito ad una contrazione delle rimesse del -7,6%, ancora più significativa di quella registrata tra il 2009 e il 2010 (-2,6%). Questo calo può essere spiegato con un progressivo trasferimento degli stranieri verso l’estero.




Un pensiero su “Rimesse: nel 2012 gli immigrati ci sono costati 7miliardi di euro, mezzo punto di Pil”

Lascia un commento