Treviso: Corano e ‘prove di burqa’ alle bambine italiane

Condividi!

TREVISO – I bambini vanno indottrinati da subito. E così, nella nuova Treviso del marocchino consigliere comunale, all’Istituto Coletti si insegnerà l’arabo, non solo la lingua, ma anche tradizioni, cultura, religione e cibo. Questo per ‘integrare’ gli italiani nella nuova realtà.

Il corso inizierà la seconda settimana di ottobre e durerà per tutto l’anno scolastico, durante il quale i bambini italiani verranno indottrinati alla nuova cultura dominante. Verrà loro insegnato il Corano, che il maiale è un animale impuro, e alle bambine impartite lezioni sul ruolo della donna nella società islamica, comprese prove di ‘burqa’.

Il tutto pagato dal governo del Marocco, che investe così nella colonizzazione del Nordest.




11 pensieri su “Treviso: Corano e ‘prove di burqa’ alle bambine italiane”

  1. Pingback: Anonimo
  2. Una volta erano gli Arabetti e le Arabette del Magreb o i Bengalesettti di religione islamica che venivano in Italia e si integravano nelle nostre scuole seguendo corsi di lingua iItaliana e gli venivano insegnate le nostre tradizioni e la nostra cultura. Ora siamo noi ITALICI che , per colpa di Catto Comunisti imbelli ed imbecilli utili idioti per realizzare il genocidio degli Italiani , dovremo accettare dai MAOMETTANI ( Arabi o no) le LORO bestiali tradizioni e la loro ASSURDA RELIGIONE e se mi permettete il loro ALFABETO ( che io ben conosco ) bello ma scomodo da usare! Inoltre questi fanno figli, come diceva Oriana come i topi e dichiarando redditi bassissimi, , sono i primi ad avere il posto negli asili nido e nelle mense a scapito degli italiani che così sono costretti a limitare le nascite .

Lascia un commento