Siria: esercito di Assad tenta liberazione città cristiana

Condividi!

syriaex

Le forze governative siriane hanno lanciato da questa mattina, un’offensiva per liberare la città cristiana di Maaloul dal terrore islamista.

Negli ultimi sei giorni, la città di Maaloula ha già cambiato tre volte mano tra le forze leali e i gruppi islamici alleati di Obama, alcuni dei quali legati ad al Qaeda.

I combattimenti nei pressi di Maaloula, nelle montagne a nord della capitale, rischia di distruggere antichi siti cristiani immersi nelle colline che sono un luogo di pellegrinaggio per i fedeli.

Maaloula ha diverse chiese e monasteri importanti, come il monastero greco-ortodosso di Mar Tecla, visitato da molti cristiani.

Un numero considerevole di abitanti di Maaloula, così come Sarkha e Jabaadeen, due vicine città, parlano ancora l’aramaico, la lingua di Cristo.

La maggior parte dei residenti erano fuggiti Maaloula quando combattimenti scoppiati mercoledì scorso intorno a un posto di blocco presidiato dai combattenti del governo.

Tra le forze di opposizione che hanno preso il controllo della città c’è un gruppo di AlQaida.

I membri di tale gruppo hanno caricato un video su YouTube. Il video di conclude con un colloquio con due donne anziane che indossano l’abito nero delle suore cristiane, circondate dagli estremisti islamici. Una delle donne dice che i ribelli ‘le hanno trattate “molto bene”.

I cristiani costituiscono il 10 per cento della popolazione siriana. Una piccola percentuale che vede nell’alawita Assad, protezione dalla maggioranza sunnita legata ai sauditi.

E’ incredibile come il cosiddetto Occidente si appresti a bombardare siti e basi dell’esercito siriano, indebolendolo, e rendendo più difficile la difesa delle città cristiane dalla furia dei ‘ribelli’.