Dal governo assegni a extracomunitari che fanno tanti figli

Condividi!

Nei giorni scorsi avevamo parlato delle modifiche legislative che permetteranno agli immigrati privi di cittadinanza italiana di poter partecipare ai concorsi pubblici. Decisione vergognosa, adottata in tempi di disoccupazione dilagante e che certamente non aiuterà i disoccupati italiani in cerca di lavoro. Molto forti sono state le proteste  sul web.

Ora si scopre che quello stesso provvedimento – legge europea 2013 con la quale il Parlamento adegua la legislazione nazionale agli ordini che arrivano dall’Europa, sono molto democratici a Bruxelles – prevede un altro regalo agli extracomunitari. L’ennesimo furto a danno degli italiani.

L’assegno per le famiglie numerose concesso dai Comuni potrà essere ritirato anche dagli extracomunitari in possesso del permesso Ce per soggiornanti di lungo periodo, cioè la cosiddetta carta di soggiorno. L’articolo 13 della nuova legge prevede infatti che  l’”assegno ai nuclei familiari con almeno tre figli minori”, spetta,  oltre che ai cittadini italiani e comunitari, anche ai“cittadini di paesi terzi che siano  soggiornanti  di  lungo  periodo”.

Sono stati stanziati a questo scopo 15,71 milioni di euro per il 2013 e 31,41 milioni  di  euro  a partire dal 2014. Anche in questo caso Bruxelles aveva già avviato una procedura d’infrazione contro l’Italia, che non si era ancora adeguata. Dicono che siamo in democrazia.

Si tratta dell’ennesima truffa orchestrata in Europa, con la complicità dei governi nazionali. Ormai siamo di fronte ad un’associazione a delinquere che ruba agli italiani per dare agli immigrati. Uno Stato di questo tipo non ha più ragion d’essere, è inutile e dannoso per i suoi abitanti. E’ auspicabile un cambiamento radicale, la pazienza ha un limite.




Lascia un commento