Oltre 1 miliardo di euro per curare i clandestini

Condividi!

Nei soli Ospedali lombardi, il costo per curare i clandestini – escludendo quindi gli immigrati cosidetti ‘regolari’ – è ormai giunto alla cifra monstre di oltre 100 milioni di euro.
Sono numeri ufficiali, e vista l’incidenza di immigrati sulla popolazione della regione rispetto alle altre regioni italiane, è conservativo supporre un dispendio totale di almeno 1 miliardo di euro che l’intero sistema sanitario nazionale sostiene per curare chi sbarca lungo le nostre coste.Soldi che paghiamo noi, non il Vaticano.

Ma a Pisapia non basta, di pochi giorni fa la richiesta – poi bocciata dalla giunta Maroni – alla Regione Lombardia di finanziare pediatri ad hoc per i figli dei clandestini.

Durante il governo B., la Lega presentò una legge per obbligare i medici a denciare i clandestini in quanto pubblici ufficiali. Questi si inalberarono, tanto i conti – compresi i loro straordinari per curare gli irregolari – li pagano i cittadini, non loro. L’assedio concentrico di Fini, media di distrazione di massa e sedicenti ‘cattolici’ del Pdl, fece sì che legge non passasse.

Oggi paghiamo, in moneta sonante, anche quella sciagurata decisione.
I clandestini, non solo vivono illegalmente a casa nostra, ma usufruiscono gratuitamente del nostro welfare senza pagare un euro di tasse. Senza che i loro genitori, nonni e trisavoli abbiano mai pagato una lira per costruirlo dal nulla.




Lascia un commento