Perversione al potere: associazione di pediatri vuole ‘insegnare l’omosessualità’ ai bambini

Condividi!

Iscooby-gayn un altro segno della politicizzazione della medicina – che in molti casi non è più scienza ma propaganda eterodiretta da gruppi ben definiti – il direttivo di un’ associazione di pediatri degli Stati Uniti ha istruito i suoi membri a fare di più per combattere “eterosessualità” e “omofobia”, nonché intensificare la loro ‘cura’ degli adolescenti con attrazioni omosessuali. Si vuole instillare l’omosessualità nei bambini fin dalla più tenera età.

“Gioventù sessuale-minoranza non dovrebbe essere considerato anormale”, la American Academy of Pediatrics (AAP) ha detto nei suoi nuovi materiali su, giovani gay, bisessuali, transgender e mettere in discussione (LGBTQ) lesbiche, pubblicato Lunedi.

I medici possono segnalare la loro ‘apertura’ all’omosessualismo, mettendo nei loro studi brochure con foto di “di ‘coppie’ dello stesso sesso”, così che i bambini possano abituarsi fin da subito a questa pratica. Il rapporto suggerisce inoltre che i questionari medici vengano modificati per essere neutrali rispetto al genere, e che il personale sia ‘addestrato’ a non chiedere ad un ragazzo della sua ragazza, ma chiedergli di “raccontare del suo ‘partner’ “. Siamo al lavaggio del cervello.

Altre associazioni di pediatri statunitensi sono insorte, e hanno detto che, pur essendo ovviamente d’accordo che tutti i pazienti devono essere trattati con compassione, rispetto e cura, non credono che gli orientamenti non eterosessuali debbano essere considerati normali nei bambini.

“Siamo in profondo disaccordo. Grande, grande disaccordo “, ha detto il Dott. Den Trumbull , presidente della American College of pediatricians , che è stata costituita nel 2002 come alternativa al AAP a causa della sua politica in materia di adozioni gay.

Un altro gruppo, medici cristiani e associazioni odontoiatriche (CMDA) , dice che “il comportamento omosessuale può essere cambiato”, e i bambini che avvertono “confusione di identità di genere” dovrebbero ricevere la terapia adeguata, se necessario, e vedere in giro “modelli adeguati.”

 




Lascia un commento