Forteto: 8 Giugno manifestazione di FN insieme al magistrato Ferraro a Firenze



FN contro pedofilia e omosessualismo Forteto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Forza Nuova fa presente che al corteo forzanovista parteciperà anche il
Magistrato Paolo Ferraro, un uomo che già si è trovato a dare battaglia contro
simili casi paramassonici: un uomo proveniente dall’estrema sinistra ma che ha
trovato l’appoggio politico, per continuare a lottare contro questi poteri
occulti, solo in Forza Nuova.

La manifestazione è aperta a tutti gli uomini e le donne, di buona volontà,
che sul Forteto vogliono tutta la verità, vogliono Giustizia, senza distinzioni
tra destra e sinistra, perché Forza Nuova va oltre essendo realmente una Forza
Nuova: chi non è con noi è contro di noi, chi è contro di noi sta con i
pedofili.

«Al Forteto i rapporti eterosessuali erano chiaramente osteggiati e l’
omosessualità era non solo permessa ma addirittura incentivata, un percorso
obbligato verso quella che Fiesoli definiva “liberazione dalla materialità”: lì
gli unici rapporti che erano permessi tra i sessi erano di tipo omosessuale»

Queste le parole del Rapporto della Commissione d’Inchiesta sull’affidamento
dei minori della Regione Toscana che provano, assieme alle numerose e
schiaccianti testimonianze ed ai racconti delle vittime, la strettissima
connessione tra omosessualità e pedofilia.

“Forza Nuova sarà promotrice il prossimo sabato 8 Giugno a Firenze di una
nuova manifestazione contro il Forteto, scandalo che proprio grazie a Forza
Nuova sta acquisendo sempre maggiore rilevanza mediatica, nonostante i continui
tentativi di insabbiare, nascondere o minimizzare”, dichiara il Segretario
Nazionale di Forza Nuova Roberto Fiore, che continua: “Saremo in piazza a
Firenze per denunciare che dietro ai terribili abusi del Forteto c’è una rete
pericolosa quanto la mafia, che finanzia e promuove progetti come questo in
Italia e in Europa con la copertura di magistrati, A.S.L. e politici”.
“Chiediamo al governo e alle istituzioni di intervenire comminando pene
esemplari nei processi in corso, contestando l’associazione a delinquere ai
pedofili e ai politici che in periodi successivi alle condanne impartite ai
capi del Forteto, continuavano a promuoverne l’immagine della struttura e a
cercare, ed ottenere, finanziamenti per la stessa”, afferma l’Onorevole già
Eurodeputato Roberto Fiore, che prosegue: “Uno Stato sano, non può affidare i
propri figli a pedofili e criminali che ne distruggono la vita, e non può
tollerare che vi siano “educatori”, magistrati e politici che sostengono questi
scandalosi laboratori del male”.
“La mobilitazione di Forza Nuova a Firenze, sarà anche l’inizio di una forte
campagna forzanovista contro il Ddl Galan e Bondi sulla disciplina delle unioni
omoaffettive”, asserisce il Leader di Forza Nuova, che conclude: “Quello che
succedeva nella struttura toscana è una prova del collegamento fra
omosessualità e pedofilia, ed è una delle ragioni per cui non possiamo
permettere che passino dei provvedimenti del genere in Italia: l’Italia oggi ha
bisogno di figli e non di unioni omoaffettive”.

Forza Nuova – già quest’estate – aveva iniziato ad indagare sul caso Forteto,
oggi, mediaticamente, portato alla ribalta: difatti a luglio ponemmo uno
striscione (qui il video: http://www.youtube.com/watch?v=heb-fjiD4TE) con la
schietta dicitura “morte al pedofilo”, in un luogo non scelto a caso, ovvero a
Rosignano, il paese dove in quel momento era ai domiciliari il Fiesoli, per
l’appunto il pedofilo a capo del Forteto; inoltre, siamo stati i primi, il 13
febbraio scorso, ad andare sotto il Tribunale dei Minori a Firenze, con il
nostro stesso Segretario Nazionale, Roberto Fiore, che ottenne d’esser ricevuto
dai magistrati per chiedere chiarezza sulla vicenda, ed infine, questo 11
maggio, abbiamo manifestato proprio sotto il Forteto.



Lascia un commento