Boldrini difende il “picconatore”: “SE….è stato lui…”

Condividi!

Incredibili dichiarazioni di “sua bontà”, sulla strage di Milano. Siamo già al “SE”.

Se questa persona ha ucciso, se ha ucciso, sarà condannato perché chi fa reati va condannato. Questo non può essere considerato più o meno grave a seconda di chi lo compie”. “E’ il reato che va condannato, non la condizione di chi lo compie”. Avete letto bene: siamo già al “se”. E’ già dubbioso, potrebbe essere stato un neo-nazista che si era impossessato del corpo del ghanese. Potrebbe essere tutto un complotto della temibile galassia razzista.

Comunque. Certo che è più grave, non negli effetti, ma nel fatto che poteva essere evitato, se un reato lo commette un italiano o un clandestino. Perché il clandestino non doveva essere in Italia, ovviamente non per la Boldrini, che smistava le telefonate satellitari dei “profughi” sui gommoni.




3 pensieri su “Boldrini difende il “picconatore”: “SE….è stato lui…””

  1. Che cazzo dice se questa persona ha ucciso! Signori è allucinante, è certo che il negro ha ucciso il 40 enne e il 21 enne, e allora perché dice se, perché l’assassino è uno dei suoi intoccabili, cioè un negro?

    Vergogna, vergogna, vergona, le famiglie delle vittime dovrebbero protestare contro questa persona tanto spudorata quanto viscida.

Lascia un commento