Il nipote di Letta: “Più congolesi nei prossimi anni”

Nel giorno dell’orrendo assassinio di Milano, dove un Ghanese si è accanito su ignari passanti a colpi di piccone, l’uomo delle banche, Enrico Letta, ha svelato quale sia il piano, suo e del Pd, per gli anni a venire, e si è scagliato contro chi ha osato criticare la nomina della congolese nel governo.

Come Pd “dobbiamo essere orgogliosi della forza di questa identita’, che siamo in grado di calare nel progetto per l’Italia degli anni prossimi”, ha detto all’assemblea del Pd, come “l’impatto culturale in questo Paese che ha visto Cecile Kyenge ministro dell’Integrazione. Ha fatto vedere quel che chi come me ha bambini piccoli a scuola vive quotidianamente. Nelle nostre scuole il colore della pelle non e’ piu’ monocolore, i nostri figli vivono una realta’ che noi non vivevamo”, la stessa realtà che hanno vissuto i passanti di Milano, la donna sfigurata dall’acido e tanti altri. Qualcuno crede che i figli del nipote di Letta vadano in una scuola piena di immigrati?

Il progetto di Letta e del Pd per i prossimi anni è “più africani col piccone” per le strade. E guai a chi critica.
Nella sua mente contorta voleva farci “vivere” il “multicolore” che, secondo lui, non vivevamo nella vita quotidiana. Perché lui non prende bus, treni e metro. Perché lui viaggia con l’auto blu e non vive le bellezze della società multirazziale.

Letta delenda est.



Un pensiero su “Il nipote di Letta: “Più congolesi nei prossimi anni””

Lascia un commento