L’allarme di Saxo-Bank: “Saccheggeranno i depositi bancari”



I politici europei saccheggeranno i depositi bancari dei loro cittadini, è l’allarme lanciato da Lars Christensen, capo della Saxo Bank.
Alla domanda se il raid sui risparmi non assicurati a Cipro si sarebbe ripetuto, ha detto a: “Ci saranno in futuro nuovi raid dei conti correnti e  altri tipi di confisca della ricchezza nella zona euro, senza dubbio.
“Non c’è altro modo realistico se i politici continuano a non affrontare il problema dell’indebitamento di base in tutta Europa. Essi o sono costretti ad alzare le tasse e tagliare la spesa, o prendere la via più facile e prendere i soldi dai depositi”.
All’inizio di questa settimana i risparmiatori della  Banca di Cipro hanno visto il 37.5% dei loro depositi convertiti in azioni , con un ulteriore 22.5% a rischio e un 30% congelato.

Dopo l’accordo di Cipro, diversi alti economisti tedeschi hanno proposto di applicare lo stesso meccanismo in altri paesi come l’Italia.
I consiglieri della cancelliera Angela Merkel hanno spinto perché siano le famiglie più abbienti dei vari paesi europei a pagare i costi di eventuali futuri salvataggi dei membri più deboli della moneta unica. Le proposte, di membri del Consiglio degli esperti economici della Germania, ha sollevato la prospettiva che tasse saranno imposte sulla proprietà in un paese come la Spagna se il suo governo sarà costretto, come pare, a cercare un salvataggio.


2 pensieri su “L’allarme di Saxo-Bank: “Saccheggeranno i depositi bancari””

  1. non dipende dalla Germania, ma dalla BCE che lo scorso luglio ha varato un documento per autorizzare/legittimare i prelievi dai conti. Purtroppo è più facile incolpare una singola nazione come se le altre fossero all’oscuro di tale “iniziativa” per scaricarsi la coscienza

Lascia un commento