LIVORNO: PESANTISSIMA SITUAZIONE DEBITORIA DELL’ AAMPS

Condividi!

L’ azienda municipalizzata che si occupa della nettezza urbana. Ieri ispettori del Ministero delle Finanze hanno compiuto ispezioni nella sede Aamps di via dell’ Artogianato come ha confermato alla stampa locale, il direttore della medesima azienda Lorenzo Fommei. La situazione debitoria pesantissima dell’ Aamps sarebbe stimata in 24 milioni di euro, esposizione finanziaria dovuta a debiti con fornitori. Un altro pesante contezioso debitorio dell’ Aamps e’ costituto dal debito con  l’ impresa Edil Etrusca che ha intentato una causa da oltre 1, 5 milione di euro per la mancata vendita della sede Aamps di via Bandi. E non possono essere dimenticate certo le dichiarazione dell’ ex amministratore straordinario dell’ Aamps Angelo Rosi, che prima di andarsene aveva lanciato pesantissime accuse sulla gestione dell’ Aamps in questi decenni, gestione clientelare, con 64 lavoratori invalidi su 264, un tipico esempio di ” economia assistenzialista ed elettoralistica ” perseguita dal Partitone, il Pd livornese, che è il principale responsabile del fallimento gestionale, operativo e finanziario di queste aziende municipalizzate, usate per collocare dirigenti politici senza poltrone e sistemi clientelari nelle assunzioni. Queste gestioni fallimentari delle aziende municipalizzate, hanno portato a questi 24 milioni di debiti dell’ Aamps che sommati agli altrettanti 24 milioni della societa’ municipalizzata Spil, responsabile della fallimentare operazione ” Ex Odeon “, portanto una esposizione debitoria ad oltre 40 milioni di euro, deficit che grava come una gigantesca spada di Damocle sui bilanci del Comune di Livorno, che controlla come maggiore azionista queste societa’ ormai decotte. Oltre 40 milioni di deficit, che siamo sicuri, i Livornesi saranno destinati a ripianare con i soliti odiosi mezzucci di questi ” scienziati ” della politica labronici: aumento tasse comunali a tutto spiano, con Tia Tares, occupazione suolo pubblico tra le piu’ alte in Italia, ed inoltre multe a tutto spiano per fare cassa. E nonostante questa situazione drammatica cittadina, questo Pd meno elle labronico e’ in tutt’ altre faccende occupato: c’ e’ da occuparsi delle sorti dell’ Italia, del governo, con un Pd meno elle livornese dilaniato dalla scontro Bersaniani Renziani. Intano pero’ i Livornesi vedono ” dilaniati ” i loro portafogli, da una poltica fiscale comunale che definire ” cialtrona ” e’ nulla, una politica che mira a tartassare e spremere i Livornesi come pompelmi, al solo scopo di fare cassa, senza una minima progettualita’ per il futuro della citta’
OSSERVATORE TOSCANO


Fonte: Il Monitore Toscano




Lascia un commento