La pazza idea dell’Unione Europea: “prelievo forzoso per tutti”

Condividi!

Jeroen Dijesselbloem, presidente dell’eurogruppo, una delle strutture burocratiche dell’Unione Europea ha un’idea, applicare il prelievo forzoso sui depositi di risparmio ad altri paesi europei.
Infatti ha spiegato che la ristrutturazione delle banche dell’isola rappresenta secondo lui “un modello per risolvere i problemi di altri paesi europei. Quello che abbiamo fatto la scorsa notte – ha rimarcato – è buttare indietro il rischio. Se ci sono rischi in una banca la nostra prima questione è: cosa potete fare per ricapitalizzarvi da soli? Se la banca non può farlo, allora parleremo con gli azionisti e gli obbligazionisti e chiederemo loro di contribuire a ricapitalizzare la banca e, se necessario, ci rivolgeremo ai titolari di depositi“.

Giorni fa demmo notizia della stessa idea partorita dal capo della Commerzbank. Questo concetto dell’esproprio di parte dei risparmi depositati in banca, è un’idea ben radicata nel milieu culturale economico di Bruxelles e Francoforte.




2 pensieri su “La pazza idea dell’Unione Europea: “prelievo forzoso per tutti””

  1. Io sto pensando seriamente ad un conto in Svizzera…ci metterò i miei risparmi. Ripeto: MIEI !!!!!!

    M-I-E-I- !!! Brutti ladri assassini. Come fanno i Ciprioti ad accettare una simile rapina?

Lascia un commento